Agevolazioni assunzioni Over 50: bonus e sgravi fiscali

Agevolazioni over 50: gli sgravi fiscali per i lavoratori disoccupati

Assumere un lavoratore over 50 può essere una scommessa. In un momento storico in cui sembra che già a 25 anni un lavoratore non sia più giovane, e dove l’esperienza è richiesta ma nessuno ti offre l’opportunità di farla, assumere un lavoratore adulto può portare a interrogarsi su diverse questioni.

Il capitale umano deve essere sempre valorizzato, a prescindere dall’età anagrafica. Assumendo un lavoratore 50enne, sarà possibile contare – con ogni probabilità – su un maggiore bagaglio di esperienza, ma non solo. Sono infatti previsti incentivi e agevolazioni over 50 per chi deciderà di integrare questa tipologia di lavoratore nel proprio organico.

Questo articolo vuole essere una guida agli incentivi, agevolazioni attive e sgravi contributivi per l’assunzione di lavoratori over 50!

Chi può usufruirne?

La definizione lavoratori over 50 fa riferimento a una categoria più ampia. Rientrano infatti nella Circolare Inps 111/2013

  • uomini o donne con almeno 50 anni di età, disoccupati da oltre 12 mesi;
  • donne – di qualsiasi età – residenti in aree svantaggiate e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • donne – di qualsiasi età – con una professione o di un settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere, purché prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • donne – di qualsiasi età – prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi.

Possiamo infatti notare come la riforma sia rivolta a lavoratori 50enni disoccupati secondo specifiche modalità, ma abbia anche un carattere di inclusione nei confronti delle donne, ai fini di contrasto della disparità retributiva che interessa il lavoro femminile in Italia.Quante volte abbiamo sentito di candidati scartati per motivazioni anagrafiche, a cui è stato detto di essere “troppo vecchi” per svolgere una determinata professione, o che l’ambito lavorativo in cui desideravano inserirsi fosse “un lavoro da uomini”? Scoraggiare queste pratiche è l’aim della Riforma.

Quali sono le agevolazioni previste per le assunzioni di over 50?

Ma parliamo di numeri, e del perché effettivamente sia conveniente per le aziende assumere queste categorie di lavoratori, basandoci sulle informazioni aggiornate del 2020. Specifichiamo inoltre che saranno oggetto di agevolazioni i datori di lavoro privati, e l’unica tipologia di lavoro esclusa dalla circolare è quella inerente al lavoro domestico.

Ai datori di lavoro che assumono 50enni, spetta un incentivo pari alla riduzione del 50% dei contributi; le modalità differiscono in base alla tipologia di contratto

  • contratti a tempo indeterminato: riduzione per 18 mesi, che vale anche per chi trasforma un contratto a tempo determinato in indeterminato, che può riguardare anche un proprio dipendente a termine;
  • contratti a tempo determinato: riduzione valida per 12 mesi, anche in caso di rinnovo del contratto entro il limite complessivo di 12 mesi. Questo è conforme da quanto previsto dal Decreto Dignità.

Specifichiamo che possono beneficiare di queste agevolazioni anche i datori di lavoro che assumono lavoratori over 50 con contratto part-time o in somministrazione, oltre che tramite cooperative di lavoro. 
Ricorda però che aver diritto all’incentivo devono comunicare all’INPS l’assunzione dell’over 50, o lavoratore che dia diritto all’acquisizione dei benefici, mediante l’utilizzo di questo modulo, da effettuarsi prima dell’invio della denuncia contributiva.

Proroghe e novità

Una rilevante novità in materia di assunzioni, che non riguarda esclusivamente lavoratori e lavoratrici, è quella introdotta dal Decreto Agosto: l’obiettivo del decreto è l’urgente rilancio dell’economia, provata dalle chiusure imposte dal contenimento della pandemia. A fronte del crollo occupazionale che ha interessato l’Italia nelle fasi dell’emergenza Covid-19, è previsto un bonus assunzioni per le aziende che assumono entro il 31 dicembre 2020. 

Si prescrive, per chi assume con contratto a tempo indeterminato, uno sgravio del 100% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, fino a un massimo di 8060 euro. Gli incentivi possono essere utilizzati per l’assunzione di lavoratori, senza limiti d’età anagrafica: vi rientrano pertanto gli over 50! 

Unica condizione del decreto: i lavoratori non devono essere stati assunti con contratto a tempo indeterminato con l’azienda interessata nei sei mesi precedenti l’inizio del rapporto lavorativo.

Sappiamo quanto il mercato del lavoro possa apparire un labirinto: perdersi tra assunzioni, decreti, aggiornamenti e sgravi non è difficile. Qui abbiamo cercato di fornire una sintesi delle principali agevolazioni in materia di assunzioni over 50.

Se volessi fare una chiacchierata con noi sulle principali opportunità per la tua azienda, contattaci!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!